martedì 17 luglio 2012

Un post scomodo

Nelle mie intenzioni non dovrebbe esserlo. Ma può darsi che lo risulti.

Mentre ringrazio chi mi segue, mi lascia commenti meravigliosi che a volte non so nemmeno se merito veramente, devo togliermi qualche sassolino dalle scarpe così poi camminare mi sarà più comodo.

Ci sono cose che NON sopporto. Non solo non sopporto, ma non posso più fare a meno di elencarle.

E già il fatto che io faccia una lista è preoccupante.

Dunque:

- non sopporto più come i media presentano le notizie. Apro le mie caselle di posta elettronica e rabbrividisco al leggere i titoli delle notizie. Non riesco a credere che non si possa fare informazione senza fare gossip o terrorismo psicologico. Per non parlare del talk show su omicidi vari. Da dopo il ritrovamento di un cadavere in poi tutto diventa show. Ma ci pensiamo che una vita è finita tragicamente o no? che dietro c’è la tragedia di familiari, amici, colleghi, parenti… FIGLI?? evidentemente no.

- Non sopporto più di sentire o leggere “con la sua grande forza di volontà ha vinto il cancro” (o similare). Perché??? chi invece muore di cancro non ci ha messo impegno nel tentativo disperato di guarire? O guarisce chi se lo è meritato?? Ma per piacere…….. Che nel processo di guarigione una parte la giochi anche la “condizione psicologica” è indubbio ma per quanto riguarda tutto il resto… basta scrivere o sostenere tali assurdità.

-  Non  sopporto chi pretende che il mondo si comporti secondo il suo stile di vita. Se tu hai scelto una certa impostazione, tienila e seguila ma non inorridire se il resto dell’umanità fa scelte diverse. Anche gli altri hanno diritto di seguire una propria strada. Se ti dà fastidio, il problema è tuo, non loro.

- Non sopporto di sentirmi dire “tu si che sei stata brava quando…” e non sto a raccontarvi la storia della mia vita. A volte, anzi spesso, nella vita non si ha scelta. O si va avanti o.. niente. Si va avanti. Non che non si paghi un prezzo e  a volte salatissimo, ma la scelta era obbligata dall’inizio. Quindi nessun merito.

- Per quanto riguarda il mondo web, anche qui ci sono cose poco simpatiche. Non è vero che ci si vuole tutti bene, si condivide, ecc. Anche qui ci sono le simpatie, le antipatie, i pettegolezzi. Non siamo persone diverse da quelle che al mattino si alzano ed affrontano il mondo reale. Ammettiamolo e sarà tutto più genuino. Quindi, come capita il collega che si prende un merito che era tuo, qui capiterà di vedere idee creative scopiazzate o peggio fatte passare per proprie.

- Non sopporto i disservizi. Guardate non tanto nel pubblico… dove mi addentrerei in una questione infinita. Parlo persino del privato. Parlo del negoziante che per cambiarmi una borsa (solo il colore modello e costo identici) ha fatto una scena assolutamente antipatica. E ha perso una cliente. E pensare che non gli avrebbe comportato alcun disguido. La borsa in negozio pareva color tortora e invece alla luce del sole era grigio piombo!! Peggio per lui. Ma di casi come questi ne avrei a decine. Per questo adoro la panettiera che al mattino, di nascosto quasi, infila nel mio sacchetto del pane in regalo un panino con l’uva… Occhiolino  ed anzi credo mi abbia fatto più bene in questi anni questo piccolo gesto dei farmaci che ho preso.

- Non sopporto i furbi. Per capirci quelli che cercano di infilarsi nella coda di auto, passando davanti a tutti. Qui, a seconda dei momenti, o tollero e lascio passare. Oppure no. Quindi vorrei dire a questa “categoria”: “se trovate chi vi lascia passare, non è perchè siete stati più furbi di tutti. E’ perchè gli altri sono più intelligenti di voi. E invece di sprecare energie per ostacolarvi/insultarvi/suonarvi il clacson, vi lasciano il posto.”

Non che abbia finito, ma forse per oggi può bastare.

Se avete letto fin qui… avete fatto fin troppo!! 

 

   

24 commenti:

  1. Io ho letto fin qui! E (spero) non mi sono riconosciuta in nessuna delle categorie citate... quindi ancora amiche?
    Perchè qualcosa mi dice che sei in vena di pulizia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che non l'avevo vista sotto questo punto di vista? può anche essere!

      Elimina
  2. Concordo su tutto ciò che hai scritto Cri.. succede davvero ogni giorno.. o quasi!
    Per fortuna, oltre che a certi "elementi", c'è sempre una "panettiera" che ci regala un panino all'uva.. e ci fa sperare in un mondo migliore..
    Pensa che un giorno in una merceria (dove non entrerò più..) oltre al fatto che mi abbia fatta pagare più metri del nastro che avevo preso.. quando mi son offerta di dare della moneta.. mi son sentita rispondere.. "fa niente.. altrimenti facciamo notte.." O.o
    Oppure ci sarà sempre qualcuno che mentre sente le nostre "disgrazie".. ci risponde "eh.. ma tu sei forte..".. come se per noi fosse più facile e leggero quello che ci succede.. e le cose pesanti succedano sempre agli altri..
    Ed è vero.. non si ha scelta.. di DEVE andare avanti!!!
    Per quanto riguarda i furbetti.. beh.. anch'io sono come te.. alle volte tollero.. altre volte no.. e mi attacco al clacson!!! =^__^=
    Si va un po' a periodi.. alcune volte riusciamo a far "scivolare" via le cose e le persone che ci infastidiscono.. altre volte no.. e così spesso succede che abbiamo bisogno di "una boccata di ossigeno puro".. e cambiamo aria per un po'..

    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sento meno "cattiva" adesso. Grazie Manu

      Elimina
  3. ...adesso stai meglio???....oppure non hai ancora finito il tuo elenco???...
    sono d'accordo con tutto quanto dici, no il clacson no, non sono abituata ad usarlo in modo improprio,...e mi fermo sempre ai pedonali od ai dare precedenza...va bè...ho imparato cosi una vita fa...
    per quanto riguarda i dolori superiori, impossibili...sono persone fatte cosi....e il...ma tu sei forte, me lo sono sentita dire in ospedale...sono cosi e basta, non vale la pena discutere...cambiamo discorso!
    Ci sono periodi, più o meno lunghi nei quali non sopportiamo i "fastidi", ed oguno di noi adotta le sue strategie per andare avanti, chi si arrabbia e sbotta e chi si chiude a riccio....io posso solo dirti, come diceva quella la nel suo bel finale di film...Domani è un'altro giorno...
    Un mega abbraccio virtuale
    Antonella

    RispondiElimina
  4. ..ma ben vengano questi post "scomodi"...ma almeno veri!! Hai ragione su tutto, avrei potuto scriverlo anche io un post così, ma menomale che l'hai fatto tu, che io son pigra :-)
    Cristina, se ti dico che mi sei veramente cara sembra troppo pomposo o finto, visto che ci conosciamo da poco? Se me sto ad allargà dimmelo :-) (che sfoggio linguistico eh?) Shiao..

    RispondiElimina
  5. Tutto purtroppo vero...a volte ci si lascia scivolare addosso le cose, altre bisogna sfogarsi...

    RispondiElimina
  6. Appoggio in pieno il tuo post Cri, ecco io purtroppo son di quelli che lascia passare il furbetto in auto, non per bonta' ma per "quieto vivere"...so di sbagliare ma e' piu' forte di me.
    Ogni tanto "far le pulizie" fa bene all'anima!!!!
    Un abbraccio Gio'

    RispondiElimina
  7. Credo che tu abbia palesato il pensiero di molti: perlomeno il mio sicuramente sì! E ti assicuro che sei molto molto più buona di me...
    Hai fatto bene a scriverlo, se questo ti fa stare meglio... Alla faccia dei furbetti e delle loro degne compagnie!!! Un bacio
    Cristina

    RispondiElimina
  8. Sono assolutament d'accordo con te su tutto e sono strastufa dei furbetti perchè sto insegnando ai miei figli che la verità è importante, che le leggi si rispettano e che la cortesia non è da tonti! Io credo nella legalità, nella giustizia e mi commuovo ogni anno davanti alla famosa intervista a Falcone e quindi dico il mio piccolo ma sincero NO e ancora NO a di fronte alla volgarità, alla disonestà e a tutte le cose che anche tu hai elencato.
    Solo che a volte come Gio lascio correre, altre mi infiammo e faccio disastri, perchè poi quando sono guidata dalla rabbia rischio di esagerare. Magari il negoziante che non ti ha cambiato la borsa era solo una persona gretta o forse invece era reduce da una conversazione con un cliente maleducato e poi ne hai fatto le spese tu...
    ricordo ancora con dispiacere che anni fa, solo perchè ero scocciata con una persona, sono stata tagliente con una signora che alla fin fine non se lo meritava, quindi non nego che forse la stronza di turno per qualcuno posso anche essere stata io...
    uh che logorroica, ma confido tu abbia capito benissimo
    ciao e buona notte
    lea

    RispondiElimina
  9. Cri che boccata d'aria che ti sei presa e chi mi hai fatto prendere, mentre leggevo il tuo post mi sono soprattutto soffermata su un pezzettino, quello riguardo al cancro...mia zia ha sempre combattuto, ti tirava lei il morale su, sapeva di morire ma l'ha fatto con grande dignità e amore verso i figli....
    Anna

    RispondiElimina
  10. claudia caprara18 luglio 2012 11:24

    il tuo post scomodo (che invece trovo comodissimo, trovandolo già bell'e che pronto...:-)) mi trova pienamente concorde!
    punto.

    ClaudiaC

    RispondiElimina
  11. Partendo dal presupposto che...seguirti e leggerti è solo un piacere...
    Sono anch'io d'accordissimo con ciò che hai scritto!!!
    XXX XXX XXX Jo

    RispondiElimina
  12. Io sono stata commessa, e mi sono trovata con un capo che non mi faceva fare i cambi merce nemmeno in casi come il tuo... Anzi, peggio, che dopo una certa insistenza mi ha permesso di fare i cambi merce e dopo qualche tempo mi ha detto di non farli più! E io cosa potevo raccontare ai clienti? T___T
    La sua stronzaggine ovviamente non si limitava solo a questo... Alla fin fine io mi sono licenziata, e poi ho saputo che quel negozio ha chiuso ed il padrone ha avuto delle beghe legali. Strano eh?

    Per il resto non commento o la faccio troppo lunga...

    Scrivi pure ciò che ti senti, e sappi che anch'io a volte faccio la stronza e a volte sono buona, a volte mi trovo di fronte gli stronzi e a volte quelli buoni... Ma poiché non so mai se quello che fa la bastardata è un bastardo DOC o solo uno che in quel momento ha avuto un raptus di follia, in genere sono tollerante. Finché non viene lo schizzo anche a me, si intende ^^"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quel caso specifico era la titolare, ma quello era solo un esempio. grazie per essere passata.

      Elimina
  13. Molte cose le condivido! A presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a tutte. Non credevo davvero di trovare tanto consenso!

      Elimina
  14. Quando inizia il post scomodo? :)
    Hai fatto benissimo... e come concordo con te... soprattutto per il mondo scrap...
    cmq c'è rituzza tua... sempre accanto a te :)

    RispondiElimina
  15. Letto tutto fino in fondo! Questi post fanno benissimo invece! Altro che scomodi!! Grazie per quello che hai scritto sui furbi..mi hai fatto forza!!
    ciaoooo (so che nn commento mai..passo sempre però!!)
    ciaoo

    RispondiElimina
  16. condivido ogni parola, sottoscrivo in pieno soprattutto il punto relativo a dover fare certe cose, senza poter scegliere : o si reagisce o si reagisce, punto; nessuno stucchevole complimento.
    ps-io con i negozianti mi comporto esattamente allo stesso modo ;-)
    complimenti ragassa!:)

    RispondiElimina
  17. Ah cri..che dirti..sempre piu la mia pietra miliare...condivido e sottoscrivo...aggiungerei delle cosette pure...quandi ci vuole ci vuole...mo stai un poco meglio?...quando ci vuole il vaff..é cosí liberatorio..evviva le panettiere, chiunque ci regali un sorriso o un pensiero solo per noi..godiamoci il bello di questa nostra vita..avanti sempre e comunque a testa alta...un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so dirti se sto meglio. Diciamo che averle messe per iscritto queste "cosette" mi ha aiutato a mettere un punto. Dal quale bisogna però pur sempre ripartire... grazie dell'abbraccio contraccambiatissimo!! senti che italiano... ;)

      Elimina

Chi passa di qui scrive...(purtroppo ho dovuto togliere la possibilità per gli anonimi a causa di troppo spam...)